Seleziona una pagina

Il desiderio cucito addosso. Quando il fisico non accompagna il sogno, per non rinunciare al modello “ideale” basta affidarsi ad un buon atelier di moda. Lo stilista farà in modo di cucire addosso a voi il vestito desiderato, “camuffando” con gli espedienti del mestiere eventuali “imperfezioni estetiche”.

A volte, il mercato degli abiti da sposa, sebbene variegato e caratterizzato da marchi che sono riusciti ad affermarsi anche a livello internazionale, non offre il “modello” sempre sognato o comunque non facilmente adattabile alle proprie caratteristiche fisiche.

Non tutte posseggono il dono della linea, o della simmetria, o dell’altezza di mannequin, ma non per questo bisogno rinunciare al “prototipo” ideale. Fondamentale, in questi casi, l’intervento dello stilista, che crea addosso alla sposa l’abito, trovando il giusto compromesso “estetico” e “funzionale”, attuando attraverso tagli, decori e tessuti il giusto “camouflage” e contrariamente a quanto si teme non applicando prezzi proibiti da “haute couture” rispetto ai prêt-à-porter – come precisa lo stilista Gaetano Ruisi – . “Alla base, spiega, c’è lo studio anatomico della cliente, se ne interpreta l’idea e poi si da vita al modello esclusivo”. Per i prossimi mesi, le tendenza e anche le richieste, fanno prevalere ancora gli abiti “romantici”. Corpetti stretti, dagli scolli a cuore per chi ha poco seno per conferire volume, retti per chi ha esigenze di “contenere” ed “armonizzare” decolleté più generosi.

Questo sito fa uso di Cookie per migliorare l'esperienza di navigazione Leggi la Privacy & Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi