Seleziona una pagina

A cosa si pensa se si osserva un abito nero? La mente può condurre un viaggio che attraversa la storia e in particolare la storia sociale. Colore dai mille significati intrinsechi, il nero è stato oggetto di distinzione sociale, colore di protesta e di anticonformismo, di condanna ed infine espressione del gusto atemporale  per eccellenza.

Nel Cinquecento il nero connotò la Riforma Protestante di Lutero. I protestanti avversi all’ostentazione  del lusso e alla dissolutezza dei costumi tanto civili quanto religiosi, veicolanti condotte altrettanto amorali,  sposarono l’acromatismo delle fogge. Ciò doveva fungere da atteggiamento di penitenza ed espiazione.

Luigi XIV, sovrano devoto al Cattolicesimo, stabilì invece che le dame presentate a corte, il primo giorno dovessero rigorosamente indossare il nero, in segno di obbedienza e lealtà. Cromatura di protesta sociale, se si pensa anche agli stili di strada del XX secolo, in particolare al Punk.

Stile di rottura nato a Londra alla fine degli anni Settanta con i Sex Pistols, che si fece strada in primis come sub-cultura, espandendosi secondo il modello di trickle-up e poi a macchia d’olio. Musica e immagine sociale “gridano” dissenso e ribellione verso schemi sociali già vacillanti,  reduci dalla contestazione del movimento Hippie. Ecco che il nero fa da palcoscenico al caos estetico che il movimento punk genera, con creste, abiti strappati, catene e oggetti fetish.

Ma il nero è anche  un colore da torre d’avorio, che si pone al di sopra di tutte le infinite variazioni cromatiche dei colori primari, infatti è il colore del “Petit noir”. Scelta cromatica connotata di coraggio che travolge anche giovani stilisti come il siciliano Gaetano Ruisi, che  per celebrare il suo successo, opta per un modello da sposa estremo e dal colore folle come direbbe Christian Lacroix.

Citando Lacroix “ Il nero è l’inizio di tutto(..) è la summa di tutti i colori. E’ fluttuante, cangiante e mai lo stesso”, quindi perché non sposa!?

L’abito in nero si tinge di mille significati  poiché  questo colore è “ la densità, la voluttà, c’è un mondo intero in una piccola macchia nera”, tale scelta non può essere acromatismo ma pienezza, il nero “non è né triste né lieto, bensì allure ed eleganza”.

Questo sito fa uso di Cookie per migliorare l'esperienza di navigazione Leggi la Privacy & Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi